Caso Gulino-Peppe Nappa, Monte: “Gli ho fatto le mie scuse, ma non le ha accettate”

“È verissimo: il viaggio a Dubai, a totale carico dei singoli partecipanti, non ha previsto la presenza del Signor Gulino. Questo però, per uno come lui che non ama il carnevale, non dovrebbe essere il casus belli che lo induce a rinunciare al suo ruolo di Peppe Nappa”. È così che Salvatore Monte nel pomeriggio ha replicato a Calogero Maccarruni, che a Risoluto.it ha denunciato di essersi sentito “abbandonato” dall’assessore, decidendo così dopo 30 anni ininterrotti di svestire l’abito della maschera simbolo della festa saccense. “La vicenda Dubai – spiega Monte – esula dal Carnevale 2017”.

Assessore che, però, sente il bisogno di precisare di avere incontrato tre giorni fa il signor Gulino per invitarlo, nuovamente, a dimenticare quanto accaduto ed a vestire i suoi panni di maschera simbolo. Ebbene: il signor Gulino non solo non ha accettato le mie scuse, ma è andato via urlando, senza dare al sottoscritto la possibilità di porre fine a questa “sceneggiata” di carnevale”.

“Per me – conclude Monte – Gulino è Peppe Nappa. È colui che incarna la nostra essenza carnascialesca”. Monte si rivolge personalmente a Gulino: “Caro Calogero, indossa il tuo vestito e vieni a fare ciò che sai fare bene:la nostra maschera simbolo!”.