Cassonetti svuotati, malgrado l’emergenza. L’amministrazione replica al centrodestra: “Fingono di non capire”

Cassonetti svuotati stamattina a Sciacca. Malgrado la situazione di emergenza, il servizio di raccolta dei rifiuti è stato garantito, tra le tante difficoltà. “E senza aumentare i costi ai saccensi”, fanno notare stamattina l’assessore Mandracchia è il sindaco Valenti. A giudizio dei quali,
“i consiglieri del centrodestra dovrebbero distinguere il pessimismo dal realismo.
Questa emergenza non è dovuta a disattenzioni, incapacità di programmazione etc., ma è generata dalla chiusura della discarica Saraceno Salinella a causa di un guasto tecnico. Certo, se si pensa che il tritovagliatore è stato noleggiato potremmo dire: questi bravi ex amministratori perché non hanno programmato e vigilato per tempo?”. Insomma: la città è stata sgomberata dai rifiuti, nel pomeriggio di ieri la zona del porto e durante la serata la zona Lido Foggia. Oggi il servizio è stato garantito: la raccolta dei rifiuti è avvenuta regolarmente e la zona del porto è stata oggetto di lavaggio. “Questa – dicono dall’amministrazione – è la migliore risposta a questo centrodestra che non sa distinguere e finge di non capire le difficoltà di un’emergenza, pur avendo in seno ai gruppi consiliari uomini che hanno amministrato fino a ieri. Finita la stagione estiva, nella quale si sono presentate tante emergenze, si avrà modo di programmare e informare la città sul modello di raccolta dei rifiuti che vuole portare avanti l’amministrazione e la maggioranza politica che governano la città”.