Eventi natalizi a Sciacca, il direttore del SERT di Ribera contro la Serata Campari: “Sbagliato che il Comune l’abbia inserita tra gli eventi natalizi”

“Trovo singolare e francamente molto poco educativo che questa Giunta inserisca, tra gli eventi in programma per il Santo Natale, anche una “serata Campari”, con distribuzione di gadget”. È questo il tono di un commento pubblicato sulla propria pagina Facebook dallo psichiatra Paolo Falco, direttore del SERT di Ribera, che oltre al suo ruolo nella qualità di medico responsabile di un presidio sanitario importantissimo per il territorio, da anni esercita anche una funzione pedagogica, parlando agli studenti e mettendoli in guardia dai rischi collegati alle dipendenze, non solo dalle sostanze psicotrope ma anche, evidentemente, dagli abusi legati alle sostanze alcoliche. “Forse – opina Falco – a qualcuno è sfuggito il fatto che la suddetta industria (Campari) produce bevande alcoliche, e che questo può essere recepito dai nostri giovani come un incentivo al bere. Che a pubblicizzarla siano i Pub, posso capirlo, ne va dei loro introiti, ma che il Comune la inserisca tra gli eventi natalizi, francamente lo trovo scandaloso”. Una dichiarazione, quella del dottor Paolo Falco, che si inquadra in un ruolo istituzionale che, a suo dire, deve vedere il Comune distante da certe campagne. “Da Peppe Nappa a Babbo Natale avvinazzato”, è l’ironia amara di Falco.