Fantoccio e manifesti contro Cusumano, le indagini del commissariato di polizia di Sciacca

Hanno letto: 1132

Sono nove i manifesti sequestrati dal commissariato di polizia di Sciacca oltre al manichino con la foto del senatore Nuccio Cusumano sul volto lasciato su una panchina a Porta Palermo e la scritta “Il padrone di Sciacca”. La polizia, sulla base delle informazioni assunte, ritiene che i manifesti offensivi nei confronti dell’ex parlamentare, del sindaco, Francesca Valenti, e dell’ex vice sindaco, Filippo Bellanca, siamo stati collocati nelle prime ore del mattino di sabato. Pare, infatti, che fino a una certa ora nessuno abbia notato quei manifesti. Un elemento importante per risalire agli autori è rappresentato dai filmati delle telecamere di varie attività. Le indagini proseguono nel più assoluto riserbo, ma  l’acquisizione dei video di telecamere nelle zone interessate potrebbero consentire di identificare gli autori anche in tempi brevi.