Il ministro della Giustizia Bonafede a Caltanissetta: “Mi sono opposto alla chiusura di qualsiasi Tribunale”

Hanno letto: 152

“La corte d’Appello di Caltanissetta oltre ad essere un indispensabile presidio dello Stato sul territorio rappresenta un’eccellenza non solo da difendere ma anche e soprattutto da potenziare”. Lo ha detto oggi il ministro della Giustizia, AlfonsoBonafede, durante una visita al palazzo di giustizia di Caltanissetta e dal Guardasigilli sono arrivate parole rassicuranti anche per i tribunali che inducono all’ottimismo per la sede giudiziaria di Sciacca.

Ad accompagnare il ministro anche il componente della commissione regionale antimafia, Antonio De Luca e i deputati nazionali Dedalo Pignatone e Azzurra Cancelleri.  “Nel mese di Maggio – ha spiegato Bonafede – gli uffici del mio ministero faranno visita a questa Corte d’Appello per dare seguito a quanto riscontrato oggi. Abbiamo ereditato una situazione di giustizia al collasso a livello nazionale e appena insediato, mi sono opposto alla chiusura di qualsiasi Corte d’Appello o tribunale in Italia. Stiamo facendo le valutazioni in termini di pianta organica affinché questo presidio di legalità a Caltanissetta abbia la forza per portare avanti tutta una serie di attività di giustizia irrinunciabili, non per un governo o un altro governo, ma per i cittadini italiani e siciliani. La corte d’Appello di Caltanissetta non si tocca”,  ha ribadito Bonafede.