Il Movimento “Rivoluzione Animalista” presenta esposto in Procura per la morte dei 17 gattini all’interno di un cortile di Sciacca

Hanno letto: 310

E’ stato presentato in Procura dal movimento nazionale “Rivoluzione Animalista” un esposto contro ignoti alla Procura della Repubblica di Sciacca per la morte di 17 gattini in un cortile privato di un complesso abitativo di via Cappuccini. 

L’Ufficio Veterinario dell’Asp ha trasferito all’Istituto Zooprofilassi di Palermo per gli esami sulle carcasse dei poveri animali che arriveranno a giorni, ma pare ormai scontato che anche in questo caso si sia trattato di un avvelenamento

“Un episodio terribile – scrive oggi la presidente del movimento, Gabriella Caramanica annunciando il depositi dell’esposto –  disumano, e purtroppo non nuovo nella cittadina siciliana, visto e considerato che solo un anno fa una quarantina di cani morirono per esche avvelenate in contrada Muciare. Auspichiamo, dunque, sia fatta concreta chiarezza su questa strage di micetti e siano immediatamente rintracciati i responsabili o il responsabile dell’accaduto, applicando le pene previste dalla normativa in tempi certi e veloci. Troppe volte, infatti, fatti di questo genere sono rimasti senza un colpevole e, in un paese civile, come l’Italia questo non è certamente più ammissibile. Aspettiamo risposte dagli organi inquirenti ma anche dal sindaco di Sciacca, finora piuttosto silente sulla questione”.