Il porto di Sciacca in stato di abbandono, Bono e Milioti: “Vergogna al sindaco e all’assessore alla Pesca”

Hanno letto: 256

Stato di abbandono della marineria – mancato funzionamento delle colonnine e mancata attivazione del mercato del pescatore e dell’isola ecologica. Lo scrivono i consiglieri comunali Calogero Bono e Giuseppe Milioti in una nota stampa, sottolineando che “a distanza di otto mesi dalle prime segnalazioni del disservizio della mancata erogazione di acqua e luce dalla colonnine portuale nulla è cambiato. Le smart card per il funzionamento delle colonnine sono depositate in comune da aprile 2017 non capiamo quindi quali possono essere le anomalie amministrative che impediscono il regolare funzionamento delle colonnine. Il mancato funzionamento delle colonnine ammonta ormai a 8 mesi e comporta e continua a determinare notevoli disagi ai proprietari dei pescherecci i quali sono costretti a rifornirsi con metodi di fortuna. Tutto ciò si sembra assurdo con le procedure amministrative tutte in regola lasciate dalla precedente amministrazione. (regolamento approvato in consiglio e tariffe approvate)”.
Per i due consiglieri “c’è solo da dire vergogna!! Sindaco e assessore al ramo non se ne sono occupati. Hanno abbandonato la marineria”.
I due consiglieri segnalano poi “le mancate attivazioni della opere infrastrutturali in zona portale, isola ecologica e mercato del pescatore. Opere al servizio della marineria realizzate con i fondi del Gac che ad oggi non sono state attivate. Tutto è fermo da marzo 2018 quando furono effettuate delle manifestazioni di interesse, a nostro avviso anche sbagliate, per verificare la disponibilità alle gestione. Da allora tutto tace”. E non escludono un’ipotesi di revoca del finanziamento da parte dell’assessorato regionale competente.