L’Asp integra il personale nel reparto di Medicina dell’ospedale di Sciacca

Hanno letto: 500

“Entro metà marzo, il reparto di Medicina dell’Ospedale di Sciacca tornerà ad essere operativo al 100 percento, efficiente e con i posti letto al completo”.

Lo ha comunicato nelle ultime ore il senatore Rino Marinello dopo avere appreso dal commissario dell’Asp di Agrigento, Santonocito, del “trasferimento di un medico, che sarà in forza nel nostro ospedale già dalle prossime settimane. Inoltre, il primario del reparto – aggiunge Marinello – mi ha appena comunicato che sono pronti ad integrare il personale con un secondo medico, a brevissimo.  Da tempo, a causa di un sottodimensionamento del personale (dovuto anche al pensionamento di tre medici), quel reparto – aggiunge il parlamentare – era stato dimezzato, sempre meno posti letto per un territorio che chiede sempre più assistenza medica. A subirne le conseguenze, prima di tutto i pazienti, ma anche il pronto soccorso e quindi tutto il personale medico e sanitario in servizio”.
Marinello aveva chiesto a Santonocito il trasferimento di un medico nel reparto di Medicina di Sciacca. Un segnale positivo per l’ospedale dove, però, ci sono alcuni problemi ancora irrisolti e per i quali, ormai da anni, si è creato un vasto movimento in città e nel territorio che sollecita risposte.