L’assessore designato Caracappa: “Porteremo a Sciacca il modello Bilbao per farla rinascere a nuova vita”

Hanno letto: 1111

Il modello di riferimento al quale Caracappa si riferisce è Bilbao la capitale dei Paesi Baschi, in Spagna, morta con la crisi economica degli anni Settanta e risorta anche grazie al Guggenheim, il museo progettato dall’archistar canadese Frank Gehry e inaugurato 20 anni fa, che con le sue 33 mila scaglie di titanio attira visitatori da tutto il mondo ed è diventato il simbolo della rinascita.

Sciacca come Bilbao. E’ questo uno degli obiettivi che l’assessore designato Sino Caracappa si prefigge di raggiungere e che ha dichiarato, oggi, ad un’intervista rilasciata a Risoluto.it. Per dire che, con un piano strategico, anche la crisi diventa un’opportunità. E’ innegabile che Sciacca stia attraversando un momento di grande difficoltà e di crisi che abbraccia diversi settori. Ma è anche vero che piangersi addosso non risolve le cose e non può portare solo che altro danno. Occorre, dunque, rimboccarsi le maniche e lavorare in sinergia per fare decollare questa splendida città. Questo sembrerebbe l’obiettivo dell’assessore Caracappa pronto, a suo dire, ad un vero e proprio rilancio del paese. Uno degli artefici della rinascita della città spagnola è stato Juan Alayo, direttore della divisione Pianificazione e Sviluppo della società pubblica Bilbao Ria 2000. La nuova Bilbao ha preso il volo nel 1991 con l’associazione «Bilbao Metropoli 30», per volontà del sindaco, della provincia e del governo basco assieme ad altri soci privati, università, organizzazioni no profit, banche, fondazioni, camere di commercio.

Da città siderurgica e industriale, si è trasformata in una città ecologica, moderna e tecnologica, destinazione turistica e culturale. Il fiume è stato bonificato e valorizzato. Sono state create infrastrutture come il sistema tramviario, una metro che collega l’intera valle e l’aeroporto. È stato ridotto l’inquinamento e sono stati ampliati i parchi e le zone verdi. La crisi può essere un’opportunità, dunque, almeno per Bilbao lo è stata. E forse potrebbe rappresentare la chiave di volta anche per Sciacca. Un piano strategico che dia vita, magari, ad un progetto di riqualificazione urbana, come è successo alla città spagnola, per migliorare, nel corso degli anni, la qualità della vita, far aumentare i posti di lavoro, creare nuove attività economiche e culturali e aumentare il benessere degli abitanti. Con l’auspicio che le prospettive di Caracappa possano essere rosee. “Per aspera, ad astra”.