Le indagini sulla strage di cani a Muciare, individuato l’antiparassitario impiegato

Hanno letto: 834

La strage di cani in contrada Muciare, a Sciacca, è stata compiuta con il “Parathion”, un antiparassitario che in Italia non può essere acquistato da molti anni. Nel passato per l’acquisto era necessario il  patentino fitosanitario. Il “Parathion” è un prodotto altamente tossico e chi ha avvelenato i cani potrebbe esserselo procurato acquistandolo online. La relazione con le analisi da parte dell’Istituto Zooprofilattico di Palermo è sul tavolo del sostituto procuratore Michele Marrone, che conduce le indagini. Lo stesso Marrone ed i carabinieri hanno già sentito, come persone informate sui fatti, una ventina di persone ed altre attività, dopo le perquisizioni eseguite, sono in programma per individuare chi ha avvelenato 27 cani in contrada Muciare. Un lavoro difficile quello degli inquirenti, ma che procede con il massimo impegno ed a ritmo serrato.