Lectio Magistralis del procuratore aggiunto Salvatore Vella ad Aosta al Congresso di Alpe

“La corruzione e la politica”: è stato questo il tema dell’intervento di ieri sera del magistrato Salvatore Vella, neo procuratore aggiunto alla Procura di Agrigento, all’Hotel Duca d’Aosta durante il settimo Congresso straordinario di Alpe, partito politico regionista della Valle d’Aosta.

Vella nella sua lectio magistralis ha ribadito che “la corruzione elevata a sistema sia per l’Italia “un cancro capace di distruggere la democrazia, l’economia, il tessuto sociale della nazione”.

Vella ha rimarcato poi “la necessità da parte dei governi locali e nazionali di implementare i controlli anticorruzione investendo appositi fondi e attuando migliore trasparenza nella pubblica amministrazione, compito che spetta in primis a chi amministra denaro destinato a opere di pubblico interesse”.

“Partecipo volentieri a incontri organizzati dal mondo della politica – ha spiegato Vella – perchè sono un’occasione di dialogo aperto con chi detiene o avrà in futuro poteri decisionali. Stiamo lottando contro una corruzione sistemica, realtà in cui gruppi di potere spartiscono soldi per logiche che non hanno alcun riflesso positivo sul bene pubblico. E’ una lotta senza quartiere che si può vincere solo cementando la consapevolezza nella popolazione”.