L’omicidio di Alessandria della Rocca, Leto respinge le accuse anche nell’udienza di convalida

Hanno letto: 548

Si e’ conclusa nella serata di oggi, nel carcere di Sciacca, l’udienza di convalida del fermo di Pietro Leto, di 19 anni, indagato per l’omicidio di Vincenzo Giovanni Busciglio, di 23 anni, accoltellato nello slargo fra le vie Saffi e Metello, nel centro di Alessandria della Rocca. Il ragazzo è deceduto prima di arrivare al pronto soccorso dell’ospedale di Ribera. Poco dopo, almeno una decina di giovani sono stati portati in caserma dai carabinieri. All’alba di ieri Pietro Leto, sospettato d’aver accoltellato ed ucciso il ventitreenne, e’ stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Leto, difeso dall’avvocato Antonino Gaziano, ha respinto le accuse sia nell’interrogatorio dinanzi al sostituto procuratore Roberta Griffo che questa sera nell’udienza di convalida con il Gip, Rosario Di Gioia. Domani e’ attesa la decisione del giudice. La difesa si e’ opposta alla convalida.