Nel giorno del ricordo la terra è tornata a tremare a Gibellina

E, quasi come uno scherzo del destino, proprio nel cinquantesimo anniversario del devastante terremoto che uccise centinaia di persone e causò migliaia di feriti, la terra è tornata a tremare nel Belìce. Due lievi scosse sono state avvertite questa notte a Gibellina, uno dei paesi distrutti mezzo secolo fa. La prima di magnitudo 1,4 all’1:49 e la replica alle 4:47 di magnitudo 1,8. Le due scosse, a una profondità di 11 chilometri, sono state registrate dagli apparati strumentali dell’Ingv, l’istituto nazionale di geologia e vulcanologia.