Nessuna frode in commercio, il Tribunale di Sciacca assolve l’imprenditore Michele Bono

Hanno letto: 303

Ha dovuto attendere parecchi anni per la sentenza del giudice, ma ieri sera il Tribunale di Sciacca ha assolto dall’accusa di frode in commercio perché il fatto non sussiste l’imprenditore Michele Bono, di Sciacca, che opera nel settore dell’olio. L’azienda “Bonolio” esporta il suo prodotto in tutto il mondo e la vicenda giudiziaria che ha originato il processo riguardava una partita di olio bloccata a La Spezia nel 2010. L’accusa sosteneva che quello non fosse olio extravergine di oliva, mentre la difesa, con diverse certificazioni e una consulenza tecnica,  la piena linearità dell’azione svolta dall’azienda, escludendo ogni ipotesi di frode in commercio. Il giudice ha accolto la linea difensiva degli avvocati Giovanni Lentini e Michele Russo e assolto Michele Bono perché il fatto non sussiste.