Operazione “Caronte”: il Riesame dispone i domiciliari per Bucalo

Il Tribunale del Riesame di Palermo ha revocato la misura della custodia cautelare in carcere nei confronti del menfitano Marco Bucalo, di 31 anni, disponendo la misura meno afflittiva degli arresti domiciliari. Si tratta di uno dei soggetti finiti sotto inchiesta nell’ambito dell’operazione “Caronte”, quella coordinata dalla Procura della Repubblica di Marsala e condotta dai Carabinieri di Sciacca e riguardante un’inchiesta contro il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e il contrabbando di sigarette dalla Tunisia alle coste della Sicilia. Ad assistere legalmente Marco Bucalo gli avvocati Gino e Sandro La Placa e Filippo Guagliardo.