Piano Aro. La sindaca attacca le ditte: “Contratto inadempiuto”. A quelli di Mizzica sembra una presa di distanza da Mandracchia

Oggi in un’intervista rilasciata al Tg di Rmk Francesca Valenti ha annunciato il via ad una “linea dura” nei confronti delle ditte Bono e Sea, appaltatrici del Piano ARO, ipotizzando l’applicazione delle penali da parte dell’amministrazione per la presunta inadempienza del contratto di appalto. Nel farlo ha rilevato alcuni aspetti che, da tempo, sono al centro dell’attenzione ma che, tuttavia, l’assessore al ramo Paolo Mandracchia non aveva mai eccepito in maniera così netta come invece ha fatto la sindaca: dalla questione dei mastelli (per la prima cittadina dovevano essere distribuiti a domicilio) a quella del piano di comunicazione, scattato a suo dire in ritardo e in maniera inadeguata. Secondo indiscrezioni dalle parti di Mizzica pare si stiano già affilando le armi, posto che Fabio Termine e i suoi sembrano volere già approfittarne, cogliendo la palla al balzo, per mettere in evidenza come Francesca Valenti abbia, di fatto, sconfessato il suo assessore, approvando, con le sue critiche alle ditte appaltatrici, quasi per proprietà transitiva, quelle mosse in questi mesi dal gruppo politico a Mandracchia, che non avrebbe fatto quanto in suo potere per accelerare le procedure volte all’avvio del nuovo servizio.