Il processo per la morte dell’operaio di Sciacca Domenico Fravolini, l’accusa chiede la condanna per omicidio colposo dei due imputati

Il pubblico ministero Christian Del Turco ha chiesto la condanna a due anni per omicidio colposo dell’ex presidente della cooperativa, Salvatore Liotta, di Sciacca, e dell’ex direttore dei lavori e responsabile del servizio di prevenzione e protezione della “Fornaci Virgilio”, Onofrio Costanza, nel processo per la morte, all’interno dell’impianto, dell’operaio di Sciacca Domenico Fravolini, di 61 anni, avvenuta il 6 febbraio del 2012. Secondo l’accusa non sarebbero stati sufficienti i mezzi di sicurezza. Hanno discusso anche le parti civili e il 3 luglio toccherà alle difese, con gli avvocati Domenico Russello e Paolo Puccio, oltre all’avvocato Roberto Tricoli, che rappresenta la cooperativa come responsabile civile. La difese sostengono l’estraneità degli imputati ai fatti loro addebitati. Poi la sentenza da parte del giudice Antonino Cucinella.