Ricettazione di pneumatici che valevano 400 euro, ma il giudice lo condanna a pagare 2200 euro

Hanno letto: 282

Ha subito una condanna a 6 mesi di reclusione il margheritese Vito Calandrino, di 40 anni, ma in questa vicenda giudiziaria ciò che desta maggiore impressione è l’aspetto economico. Calandrino, infatti, avrebbe acquistato o comunque ricevuto quattro pneumatici che sarebbero stati provento di furto e che valevano 400 euro, mentre il giudice lo ha condannato anche a una multa di 300 euro e al pagamento delle spese processuali con risarcimento alla parte civile di 500 euro ed alle spese sostenute dalla stessa per 1400 euro. Oltre alle spese generali. In totale, circa 6 volte le 400 euro del valore dei pneumatici. La difesa, con l’avvocato Filippo Lojacono, aveva chiesto l’assoluzione. La sentenza è del giudice monocratico del Tribunale di Sciacca, Fabio Passalacqua.