Il Riesame conferma i domiciliari per Paolo La Bella, accusato dell’incendio di Pierderici, a Sciacca

I giudici del Tribunale del Riesame di Palermo hanno confermato gli arresti domiciliari per Paolo La Bella, di 32 anni, di Sciacca, accusato di essere l’autore dell’incendio che, il 14 luglio scorso, ha distrutto sei ettari di bosco nella zona compresa tra Pierderici e San Michele, a Sciacca. Per il Riesame ci sono le esigenze cautelari e la misura a carico di La Bella deve essere mantenuta.  Durante quell’incendio è stato necessario procedere allo sgombero di  tre palazzi e di una scuola elementare dove centinaia di bambini stavano partecipando al Grest. Per la difesa di La Bella, rappresentata dall’avvocato Giuseppe Scorsone, l’indagato è estraneo ai fatti, ma i giudici del Riesame sono stati di diverso avviso in merito alle esigenze per il mantenimento della misura cautelare e lo hanno lasciato ai domiciliari.