Rifiuti al porto di Sciacca, Calogero Bono accusa l’amministrazione comunale: “Soltanto due cassonetti nell’isola ecologica”

Hanno letto: 135

Rifiuti al porto. Diversi cumuli di spazzatura, ma anche di attrezzi da pesca abbandonati in diverse aree della zona portuale mentre continua ad arrivare il bus turistico scoperto. Calogero Bono, consigliere comunale e direttore della cooperativa Madonna del Soccorso, in una dichiarazione rilasciata al Giornale di Sicilia e pubblicata oggi, accusa, per questo stato di cose, l’amministrazione comunale. “La competenza e la responsabilità di ciò che sta accadendo al porto è del Comune – afferma Bono – visto che quelli abbandonati non sono rifiuti, come l’olio, che vengono ritirati dalle ditte sulla base di un accordo con gli armatori, ma spazzatura con un’isola ecologica che ha soltanto due cassonetti”. L’assessore comunale all’Ambiente, Paolo Mandracchia, ha convocato una riunione in municipio. Se ne saprà di più nelle prossime ore.

Nella foto, i rifiuti accanto all’isola ecologica nella quale ci sono solo due cassonetti