Rifiuti. Giro di vite al via per incentivare la raccolta differenziata a Sciacca. Obiettivo: raggiungere il 65%

Hanno letto: 415

Sarà presentato sabato mattina alle 10,30 il nuovo kit per la raccolta differenziata. Lo rende noto la Sea-Bono Slp, ditta appaltatrice del servizio contenuto all’interno del piano ARO. Per le utenze non domestiche saranno consegnati bidoni carrellati da 240 litri ciascuno da destinare rispettivamente all’Umido, al Secco differenziato multimateriale e all’Indifferenziato. Per le utenze domestiche saranno consegnati alle famiglie secchi da 40 litri per il Secco differenziato multimateriale e per l’indifferenziato, mentre per l’umido saranno consegnati secchi da 10 litri. Alla presentazione sono stati invitati organi di stampa e responsabili degli uffici comunali. Si apre dunque una nuova fase, si spera che sia decisiva, in merito al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, che necessita a Sciacca di registrare dati di gran lunga migliori soprattutto in riferimento ad una raccolta differenziata tuttora assestata intorno al 35%. Occorre raggiungere almeno il 65% per non incorrere in inevitabili sanzioni. Per riuscire nell’intento saranno attivate nuove aree dove verrà effettuato il servizio “porta a porta”: centro storico e Perriera, soprattutto. Una scelta che ha reso necessario abolire il predetto servizio in zone dove si svolgeva da anni, ossia Isabella e Capo San Marco. La scelta di puntare sulla Perriera è stata fatta perché si tratta del quartiere più popoloso di Sciacca.