Scuola Catusi, i genitori non mollano e dopo il blitz di questa mattina il 15 febbraio torneranno in municipio

Hanno letto: 512

Dal Comune di Sciacca continuano ad arrivare segnali distensivi sull’apertura della scuola di via Catusi, si chiede ai genitori di avere ancora un po’ di pazienza, ma loro non mollano e il 15 febbraio torneranno in municipio.

Per riaprire questa scuola dopo i lavori di ristrutturazione mancano dei pannelli antincendio che arriveranno tra il 15 e il 20 febbraio secondo quanto hanno appreso questa mattina i genitori durante un incontro, in municipio, con amministratori e tecnici comunali. E loro il 15 mattina saranno di nuovo in municipio. Insomma, i genitori tallonano gli amministratori comunali anche perché i disagi per loro sono notevoli e le condizioni nelle quali si trovano un paio di classi della Catusi a Loreto non certo ottimali.

Anche a questo proposito oggi altri segnali distensivi dal Comune: “Risolta la criticità segnalata nel plesso scolastico “Loreto” dopo la rottura di un tubo. L’assessore alla Pubblica Istruzione Gisella Mondino ha effettuato un sopralluogo nella scuola assieme a un genitore di uno studente. In attesa che si completino i lavori alla parete interessata dalle opere di riparazione e ripristino, gli studenti della 4° B potranno fare lezione in un’aula vuota dello stesso istituto, sita al primo piano”.  E anche quest’anno è mancato il carburante per i riscaldamenti alla scuola San Vito: “Domani – fa sapere il Comune –  è stata prevista la fornitura. Col carburante disponibile ritornerà in funzione la caldaia della scuola”.