Sequestrata dai carabinieri una struttura abusiva sorta vicino alla riserva di Torre Salsa, denunciato un riberese

Hanno letto: 799

Carabinieri in azione a Montallegro, vicino alla strada provinciale 75, in prossimità della riserva naturale di Torre Salsa, area naturale protetta istituita nel 2000 dalla Regione Siciliana ed affidata in gestione al W.W.F Italia. Eseguito il sequestro di una struttura.

I militari si sono accorti dell’insolita presenza di una struttura di legno, ampia circa 16 metri quadrati. Questa capanna di legno, ubicata in una delle strade di accesso alla riserva naturale, ha dunque attirato l’attenzione dei carabinieri della stazione di Montallegro, i quali durante un servizio di pattugliamento, hanno sorpreso e colto sul fatto il proprietario di un fondo, mentre stava realizzando e completando la struttura in legno. Durante le immediate verifiche, è emerso che sul posto erano state effettuate anche delle operazioni di sbancamento, di circa 260 metri quadrati di terreno. Inoltre, il proprietario del fondo, un 67 enne originario di Ribera, non era in possesso di alcun permesso per poter realizzare la struttura in questione, in un’area peraltro soggetta al vincolo anti-sismico. A quel punto, conclusi gli accertamenti, i carabinieri hanno disposto il sequestro della struttura di legno, apponendovi i sigilli, mentre per il 67 enne è subito scattata una denuncia all’autorità giudiziaria.