Si allontana dai domiciliari per andare a Palermo ad acquistare droga, saccense condannato

E’ stato condannato a un anno di reclusione perchè mentre si trovava ai domiciliari, nell’aprile del 2013, si sarebbe allontanato dalla propria abitazione di Sciacca per raggiungere, assieme ad altre due persone, Palermo per acquistare droga. La sentenza di condanna è stata emessa dal giudice monocratico del Tribunale di Sciacca, Fabio Passalacqua, nei confronti di  Calogero Carlino, di 43 anni, saccense. Al processo il difensore di Carlino, l’avvocato Giuseppe Scorsone, aveva chiesto l’assoluzione sostenendo che quel viaggio non è mai avvenuto e che le accuse nei confronti del suo cliente erano state ritrattate da chi le aveva avanzate.  Secondo l’accusa la droga acquistata sarebbe stata consumata dai tre a bordo dell’auto in una piazzola di sosta.