Il Tar respinge il ricorso del Comitato per la trasparenza dei rifiuti di Sciacca

E’ stato respinto dal Tribunale amministrativo di Palermo il ricorso contro l’esito dell’appalto del servizio rifiuti dell’Aro di Sciacca che era stato presentato dal Comitato per la trasparenza del costo dei rifiuti, presieduto da Lilla Piazza, con il patrocinio dell’avvocato Stefano Scaduto.

Il comitato, che raccoglie una serie di altre associazioni, si era rivolto ai giudici amministrativi  bloccando di fatto l’esito della gara di appalto effettuata dall’Urega, che lo scorso 28 dicembre aveva aggiudicato alla S.E.A., Servizi ecologici ambientali S.r.l.

L’istanza era stata presentata dal Comitato perché nel capitolato d’appalto mancante non era presente un emendamento approvato dal consiglio comunale che introduceva modifiche sostanziali alle sanzioni irrogate dal Comune di Sciacca alla stessa impresa vincitrice. Secondo il comitato, la gara di aggiudicazione sarebbe da annullare.

Si potrà dunque procedere con la stipulazione del contratto e l’affidamento del servizio alla società che ha vinto la gara d’appalto che si era costituita nello stesso giudizio.