TDM denuncia criticita’ al reparto di radiologia del “Giovanni Paolo II” di Sciacca

Con una lettere indirizzata alla Direzione Generale, al responsabile dell’ufficio tecnico e al direttore di presidio dell’Asp/Ag2, il Tribunale per i Diritti del Malato denuncia gravi criticità esistenti nel reparto di radiologia dell’ospedale di Sciacca. Da un’indagine effettuata dallo stesso Tdm, si è verificato che nella sala 1 dell’unità operativa vi è un apparecchio gilardone acquistato da anni e non ancora montato, mentre nella sala 3, si è in attesa da tempo del collaudo del telecomando video fluoro, mentre nella sala 4, vi è un solo apparecchio attivo.

“Inoltre – aggiunge nella nota la responsabile – persistono alcuni criticità strutturali come pavimenti sconnessi e sedie rotte e molto grave è la presenza di personale sanitario e parasanitario fortemente al di sotto della media regionale. Il persistere di tale situazione comporta grave disagio alla numerosa utenza del territorio e allo stesso nosocomio che troppo spesso non riesce a fronteggiare le richieste che vengono dalla medicina d’urgenza, ma anche dai reparti, dove spesso pazienti rimangono troppo tempo ricoverati in attesa di esami diagnostici strumentali, il che sicuramente aggrava i costi del ricovero per le casse dell’azienda, senza tenere conto della sofferenza dei pazienti costretti a restare ricoverati per lungo tempo”.

Il Tdm si augura che finalmente queste criticità possano essere superate e che in un reparto come quella della radiologia, che è sempre stato considerato “un fiore all’occhiello” del nosocomio saccense, siano assicurati gli strumenti indispensabili a svolgere il compito d’istituto e che allo stesso tempo siano rispettati i canoni di qualità degli ambienti.

Intanto, da poche settimane, all’Azienda sanitaria di Agrigento è al lavoro il nuovo manager Gerry Venuti che ancora, non ha ancora fatto visita ufficialmente all’ospedale di Sciacca per rendersi conto personalmente della situazione della struttura ospedaliera.