Terme di Sciacca, Catanzaro: “Musumeci non sta muovendo un dito, situazione inaccettabile”

Hanno letto: 136
«Nonostante siano scaduti i termini entro cui rispondere all’interrogazione da me presentata, il Governo Musumeci, pur trattandosi di una questione assai delicata, resta in silenzio». È questo il duro attacco di oggi di Michele Catanzaro, deputato regionale del PD, in merito alla questione, tuttora in sospeso, del mancato completamento del conferimento del patrimonio delle Terme al comune di Sciacca. «Ancor più grave – dichiara Catanzaro – Musumeci non muove un dito per il rilancio del complesso termale saccense. Ho già provveduto ad inviare una nota di sollecito. Ci diano una risposta! Così si svilisce il ruolo/dovere di controllori che la legge assegna ai parlamentari. E il diritto dei cittadini di sapere cosa succede nelle istituzioni», aggiunge il parlamentare saccense. Per il quale “questa situazione di stallo e confusione sulle Terme, denunciata anche dal sindaco di Sciacca Francesca Valenti, non è più accettabile. Serve – riflette – un intervento urgente del Governo che permetta alla città di riappropriarsi di quello che può e deve tornare ad essere uno straordinario volano per il turismo, l’occupazione e l’economia della Sicilia occidentale». Dieci giorni fa circa il centrodestra e il Movimento 5 Stelle di Sciacca avevano evidenziato come il silenzio attuale avesse caratterizzato anche il precedente governo Crocetta, con l’accusa all’ex assessore Baccei, con la sottoscrizione di un atto di cessione mai implementato dall’approvazione della consistenza di beni, di aver fatto passerella politica in campagna elettorale.