Transazione tra Comune di Sciacca e Aeroviaggi, a palazzo di città in arrivo 200 mila euro

Una transazione tra il Comune di Sciacca e l’Aeroviaggi porterà nelle casse dell’ente duecento mila euro. La vicenda riguarda la controversia in merito all’approvvigionamento idrico del complesso turistico di “Sciaccamare” per la quale il Tribunale di Sciacca ha condannato Aeroviaggi a pagare poco più di quattro milioni di euro.

Il diciassette gennaio scorso il Comune aveva intimato ad Aeroviaggi il pagamento di 4 milioni 195 mila euro.

La novità sta nel fatto, che in base alla transazione le parti che si confronteranno nel giudizio di appello in attesa dello stesso, hanno concordato da un lato, per Aeroviaggi alla rinuncia dell’istanza di sospensione dell’esecutività della sentenza, mentre il Comune non promuoverà alcun pignoramento fino alla definizione del giudizio attualmente pendente presso la seconda sezione della Corte di Appello di Palermo.

Nei mesi scorsi, il presidente di Aeroviaggi, Antonio Mangia aveva manifestato il suo stupore per non essere stato considerato dal Comune di Sciacca in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria soltanto all’altro imprenditore turistico della città, Rocco Forte.