Trenta migranti sbarcati a Torre Salsa in fuga nelle campagne di Siculiana

Migranti sbarcati ieri a Torre Salsa si sono messi in fuga tra le campagne di Siculiana. Due sbarchi “fantasma” ieri nell’Agrigentino. L’altro è stato sull’isola di Linosa. Complessivamente una cinquantina i migranti sbarcati, almeno trenta a Torre Salsa. Secondo quanto ha fatto sapere l’associazione ambientalista “Mare Amico”, nella tarda mattinata di ieri, sono sbarcati una trentina di migranti che, immediatamente, si sono dileguati tra le campagne di Siculiana.  Qualche ora più tardi la Capitaneria ha provveduto a trainare la barca in porto. “Per il futuro sarebbe necessario modificare la legge al fine di permettere il riutilizzo di queste imbarcazioni per fini sociali, – scrive l’associazione ambientalista ‘Mare Amico’ – invece di assistere alla loro demolizione, a spese dello Stato e quindi dei cittadini”. In ogni caso, la situazione resta difficile. L’aspetto più problematico è quello del controllo delle coste. E sono sempre più frequenti, ormai, anche gli sbarchi nella zona occidentale della provincia di Agrigento, da Torre Salsa a Porto Palo di Menfi, passando per le spiagge saccensi.

Nella foto di Mare Amico il barcone giunto a Torre Salsa