Progetto civico per una villa a misura di bambino, domenica i piccini torneranno nel giardino di Sciacca

Hanno letto: 148

Associazioni, attività commerciali e attivisti di Sciacca insieme per il progetto civico “Ho fatto un sogno” che avrà luogo domenica prossima nelle villa comunale Ignazio Scaturro. 

L’intento dell’iniziativa è quello di riconsegnare ai bambini il diritto agli spazi verdi. Negli ultimi anni, l’unico parco giochi fruibile e non senza qualche difficoltà, è rimasto il parco giochi del museo del Carnevale alla Perriera, mentre la villa comunale di Sciacca, un tempo il giardino verde di grandi e piccini, è stato lasciato all’incuria e al degrado.

“L’obiettivo di questo evento – scrivono gli organizzatori –  è ricordare a tutti noi cos’era un tempo la Villa, e immaginare, anche attraverso gli occhi dei più piccoli, cosa ci piacerebbe tornasse a essere: un luogo di aggregazione per grandi e piccini, un bene storico-naturalistico da valorizzare”.

Durante la manifestazione verranno raccolti dei fondi con donazioni spontanee, per la sistemazione della pompa che serve per irrigare le piante e la vasca delle oche e sarà realizzato e donato alla città un percorso sensoriale rivolto ai bambini.

L’evento prevede a partire dalle ore 10,30 un percorso di lettura storico-botanico  a cura dell’ Associazione Paideia che coinvolgerà i ragazzi stranieri dell’Associazione che spiegheranno in breve la storia delle piante presenti all’interno della Villa Comunale. Mentre dalle 10,30 alle 13, è previsto il “Battesimo della sella”, a cura del Centro Ippico la Criniera, durante il quale i bambini verranno forniti di Cap e Corpetto per la loro sicurezza per una passeggiata a cavallo, durante la quale impareranno a strigliare e a montare. Alla fine del laboratorio verranno rilasciati degli attestati di frequenza.

Mentre il Museo del Giocattolo, darà vita dalle 11 alle 13, all’“Angolo dei giochi: C’era una volta” durante il quale ci saranno giochi che non esistono più e noi proveremo a giocarci passando una domenica spensierata alla Villa come la passavano i nostri genitori e nonni.