Ventiquattro insegnanti della provincia di Agrigento, mamme di alunni diversamente abili, potranno operare nelle città di residenza

Hanno letto: 530

Il progetto “La corresponsabilità educativa scuola-famiglia come risorsa per la realizzazione dei progetti di vita delle studentesse e degli studenti con disabilità” consente a 24 mamme della provincia di Agrigento di rimanere nelle città di residenza. Opereranno in scuole delle loro città.

Questa mattina, presso l’istituto “Don Michele Arena” di Sciacca, si è svolto un corso nell’ambito del progetto pilota dell’Ufficio scolastico regionale. Erano presenti le insegnanti. L’attività formativa è stata svolta dal dirigente scolastico Calogero De Gregorio, componente dello staff del progetto, e da Maurizio Gentile, psicologo referente per la disabilità dell’Ufficio Scolastico Regionale. Il progetto è portato avanti dal Cts con la collaborazione del Polo inclusione del quale fanno parte le insegnanti Lea Angileri e Rosanna Cirafisi.