Agrigento 2020, al lavoro l’ordine degli architetti provinciale

I professionisti agrigentini, insieme, per lavorare fianco a fianco a uno dei
progetti più ambiziosi che riguardano la città di Agrigento, che nel 2020 sarà la Capitale della Cultura, lo comunica l’ordine degli architetti di Agrigento che annuncia la costituzione dello Sportello Unico per l’Edilizia (SUE) e dello Sportello Unico Attività produttive (SUAP), entrambi fondamentali per il rilancio delle professioni tecniche, del tessuto socio
economico della città e per avviare le procedure di definizione dello strumento urbanistico.

Nel corso di una riunione che si è svolta nelle prime ore del pomeriggio di lunedì, nella sede di via Gaglio dell’Ordine Professionale degli Architetti PPC della provincia di Agrigento, alla quale hanno partecipato, oltre ad Alfonso Cimino, presidente dell’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Agrigento, l’ingegnere Alberto Avenia, presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Agrigento, il geometra Vincenzo Bellavia, presidente del Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati della provincia di Agrigento, l’architetto Giuseppe Lalicata, l’architetto Giuseppe Grimaldi, l’ingegnere Epifanio Bellini, il geometra Tanino Palumbo e il geometra Salvatore Graceffo, si è stabilito di coinvolgere, nell’istituzione del SUE, sia il Genio Civile e la Soprintendenza di Agrigento, di informare il sindaco di Agrigento sul reinsediamento delle professioni tecniche, di chiedere un incontro per l’istituzione di un tavolo tecnico propedeutico, anche, all’attivazione del SUE e del SUAP. Infine, ma non certo per ordine di importanza, è stata ribadita la necessità di definire il PRG di Agrigento che, allo stato attuale ha fortemente rallentato e bloccato l’attività edilizia della nostra città.

“Siamo contenti della grande sinergia che si è venuta a creare fra gli Ordini Professionali nella consapevolezza che le nostre azioni e le nostre energie verranno profuse per rilanciare i vari aspetti delle nostre professioni – commenta Alfonso Cimino – Il lavoro di squadra ci consentirà di avere una maggiore forza contrattuale per il raggiungimento degli obiettivi prefissati”.