Si è insediato il procuratore aggiunto Salvatore Vella, il testimone di giustizia Ignazio Cutrò presente alla cerimonia

“In questa provincia ci sono gruppi di potere rapaci con pezzi delle istituzioni deviate, mi rivolgo a loro: sappiate che non ci stancheremo di lavorare per stanarvi”.

Da questa mattina alle dodici, momento del giuramento, Salvatore Vella è il nuovo procuratore aggiunto di Agrigento. La nomina era avvenuta alcune settimane fa da parte del Consiglio Superiore della Magistratura. L’insediamento formale si è svolta davanti al collegio penale presieduto dal presidente del tribunale Pietro Maria Falcone.

Il nuovo procuratore aggiunto nel suo discorso d’insediamento ha dapprima ringraziato i tanti colleghi, primo fra tutti quello che considera il proprio maestro come Dino Petralia, ma Renato Di Natale e Ignazio Fonzo. Ad applaudirlo nell’aula Livatino anche Ignazio Cutrò, il testimone di giustizia supportato da Vella ha intrapreso la sua collaborazione con la giustizia facendo dapprima arrestare e poi condannare i suoi estorsori nell’ambito di un processo condotto dalla stesso Vella che ha smantellato le famiglie mafiose della bassa Quisquina.

Un discorso appassionato e appassionante quello tenuto dal procuratore aggiunto e che in molti presenti hanno gradito, così come il procuratore Luigi Patronaggio che così ha commentato: “Non solo è un bravo magistrato inquirente – ha detto – ma è bravo come pochi a dialogare con la società civile”.

(Foto tratta da Agrigentonotizie.it)