Traffico illecito di rifiuti nella discarica di Camastra, 50 indagati. C’e’ anche Marco Campione

Hanno letto: 417

Cinquanta persone indagate per un presunto smaltimento illecito di rifiuti. A finire sotto la lente dei magistrati agrigentini la discarica di Camastra e le indagini hanno portato anche al sequestro, nel dicembre dello scorso anno, della struttura di Contrada Principe, a Camastra, e dei beni di alcuni indagati.

Un registro degli indagati sui quali spuntano nomi eccellenti come quelli del presidente di Girgenti Acque Marco Campione e dell’amministratore di Rfi, Maurizio Gentile, dell’imprenditore Marco, di Giuseppe Giuffrida ex amministratore sempre di Girgenti Acque e ancora amministratori di  Fincantieri, Enimed e la Raffineria di Gela..

Secondo le indagini, l’inchiesta è coordinata dai pm Geri Ferrara e Gualtieri della Direzione distrettuale antimafia di Palermo, le persone indagate, avrebbero dimostrato come “la pratica fraudolenta di declassificazione dei rifiuti costituisse il vero e proprio oggetto sociale perseguito stabilmente dall’impresa di servizi ambientali, con la finalità di ricevere e illecitamente smaltire abusivamente nella discarica ubicata in Camastra rifiuti speciali pericolosi – provenienti praticamente dall’intero territorio nazionale – ”declassificati” come non pericolosi”.

Per fare ciò si sarebbero avvalsi di un laboratorio chimico compiacente ubicato in Catania in grado di manipolare i risultati delle analisi dei campioni di rifiuto con evidenti danni permanenti cagionati oltre che al territorio ed all’ambiente, al servizio pubblico essenziale rappresentato dallo smaltimento dei rifiuti, pericolosi e non, nella provincia agrigentina”, dicono gli inquirenti.

Ecco i nomi di tutti gli indagati: Donato D’Angelo, Calogero Alaimo, Salvatore Alaimo, Alfonso Bruno, Pasquale Di Silvestro, Carmelo Parrino, Salvatore Bonafede. Francesco Ippedico, Massimo Barbieri, Francesco D’Alema, Giuliano Costantini, Gaetano Rubino, Settimio Guarrata, Anna Maria Rosso, Pietro Balistreti, Raffaele De Leornadis, Salvatore Mazzotta, Fabio Borsellino, Maria Grazia Di Francesco, Giuseppe Panseri, Tindara Maria Rita Paratore, Angelo La Placa, Antonio D’amico, Gerlando Piparo, Vincenzo Venturi, Lorena D’Amico, Francesca Di Gaetano, Marco Venturi, Marco Campione, Giuseppe Giuffrida e Maurizio Gentile.