La sindaca Mauceri rimanda Inycon: “Impensabile organizzarla in dieci giorni e con i fornitori dello scorso anno ancora da pagare”

Hanno letto: 138

La neo sindaca Marilena Mauceri era stata chiara già in campagna elettorale quando aveva espresso le sue titubanze in merito alla realizzazione della prossima edizione di “Inycon” a meno di 20 giorni dal cambio amministrativo al Comune di Menfi.

Così la nota ufficiale di oggi, con cui la prima cittadina, eletta lo scorso dieci giugno, annuncia ufficialmente il rimando della manifestazione non ha sorpreso nessuno.

“E’ nato – si legge nella nota –  come un evento di rilievo per la valorizzazione e promozione di Menfi, del suo vino e delle sue eccellenze gastronomiche, ma negli anni la comunità menfitana ha avvertito sempre più forte il distacco tra le radici di questa festa, i suoi obiettivi strategici e i contenuti effettivi del programma: i cittadini e le attività produttive chiedono da tempo un evento d’impatto, di qualità e coerente con la propria tradizione e sicuramente la mia Amministrazione non intende portare avanti l’organizzazione di un Inycon che non sia rappresentativo del territorio, ancor più considerando che non è pensabile organizzare un evento di qualità partendo da zero, in 10 giorni e con fornitori
che attendono il pagamento dall’anno scorso”.

“Un evento come Inycon – chiarisce la sua idea la Mauceri –  quello delle origini, ma riformulato in chiave contemporanea, al passo coi tempi e in linea con le ambizioni turistiche della nostra città, è fondamentale – continua il sindaco – ma non è pensabile parlare di un’edizione in questo mese di giugno, visto che, appena insediati, non abbiamo trovato nulla di organizzato: vogliamo che Inycon sia un evento di qualità e chiaramente non ci sono né le risorse finanziarie né i tempi tecnici per organizzare un evento di richiamo turistico, come tutti vogliamo che sia”.

“Comprendiamo il disagio che questa situazione può aver generato e ce ne
rammarichiamo, ma questo è quello che ci siamo trovati davanti ed è evidente che
con questa tempistica non è possibile, non è fattibile – spiega la Mauceri -, se
ci saranno le condizioni lo faremo più avanti e lo comunicheremo per tempo, dopo
aver valutato approfonditamente la situazione delle casse del Comune. Tra
l’altro, quando ci siamo insediati, abbiamo scoperto non solo che non c’era nulla
di organizzato per Inycon 2018, ma anche che non potevamo aggiornare il sito
ufficiale inyconmenfi.com – togliendo ogni riferimento alle date dell’anno
scorso, fuorvianti per molti – perché è stato fatto scadere il dominio del sito e
ad oggi il Comune non ne è più proprietario: abbiamo comunque già attivato le
procedure per tentare di ripristinare la situazione”.

“In ogni caso – conclude la prima cittadina -, non mi sembra per nulla
responsabile pensare di organizzare una nuova edizione di Inycon se neanche sono
stati pagati tutti i fornitori della precedente edizione, e ho appreso che sono
in tanti che ancora attendono ciò che gli spetta e per cui hanno sudato e
lavorato ormai un anno fa. Mi dispiace, ma non mi sembra corretto organizzare un
nuovo Inycon se ancora in tanti aspettano i soldi per l’Inycon dell’anno scorso”.