Operazione antimafia “Opuntia”, rigettata richiesta di scarcerazione per il menfitano Mistretta

Hanno letto: 169

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Palermo, Fabio Pilato, ha rigettato la richiesta di revoca della custodia cautelare in carcere per Matteo Mistretta, di 32 anni, di Menfi, coinvolto nell’operazione antimafia “Opuntia”.  La Cassazione aveva confermato la decisione del Tribunale del Riesame di Palermo, rigettando l’istanza di revoca della misura avanzata dai difensori dell’indagato, gli avvocati Carmelo Carrara e Matteo Sbrigata.  Mistretta viene indicato come componente della locale famiglia mafiosa.  A breve si attende l’avviso di conclusione delle indagini da parte della Dda di Palermo nell’ambito di quest’inchiesta.