Guerra agli incivili a Montevago, il Comune acquista fototrappole per incastrare chi abbandona i rifiuti

Hanno letto: 125

L’amministrazione comunale ha già deliberato l’acquisto di cinque fototrappole, di fatto, marcando stretto chi abbandona i rifiuti nel vecchio centro cittadino, laddove si ergono ancora i ruderi delle case abbattute dal sisma.

Si tratta di piccole telecamere, in grado di essere mimetizzate e quindi, nascoste tra alberi e cespugli che permetteranno di individuare chi si sbarazza dei rifiuti creando delle vere discariche a cielo aperto.

Nell’ultimo periodo, il comune belicino, ha intensificato i controlli con il supporto dei vigili urbani e degli operatori ecologici. L’attività di controllo serrato, ha permesso anche di rinvenire elementi che hanno ricondotto ai responsabili di tali comportamenti che sono stati già sanzionati a norma di legge.

Nelle prossime settimane quando le fototrappole entreranno in funzione, l’attività di individuazione degli autori delle trasgressioni grazie agli scatti, sarà ancora più agevole nel segno di un’intransigenza che l’amministrazione e la sua sindaca, Margherita La Rocca Ruvolo, vogliono mostrare verso i cittadini che non tutelano e salvaguardano l’ambiente.