A Ribera i nordafricani che lanciavano pietre contro l’ambulanza del 118 soccorsi dai sanitari che rischiavano di essere colpiti

Hanno letto: 908

Non è la prima volta che al pronto soccorso dell’ospedale di Ribera o, comunque, nei pressi della struttura ospedaliera del “Fratelli Parlapiano” si rende necessario l’intervento dei carabinieri. Questa volta, però, la vicenda è davvero strana perchè prima due marocchini che vivono nel centro crispino e che sono in possesso di regolare permesso di soggiorno hanno lanciato pietre verso l’ambulanza del 118 in servizio e poi, ubriachi, sono stati assistiti dallo stesso personale che stava svolgendo il turno e che avrebbe potuto essere colpito da quelle pietre.

I medici del pronto soccorso e della postazione “Alpha 9 Ribera” hanno sentito forti rumori provenire dall’esterno della struttura sanitaria e notato la presenza di due persone, identificate poi nei nordafricani, che, a colpi di pietra, stavano danneggiando il mezzo della Seus. Hanno fatto scattare l’allarme e sul posto sono arrivati i carabinieri della locale tenenza che hanno fermato ed identificato i due, in stato di ebbrezza alcolica e che accusavano mal di pancia. I nordafricani sono stati denunciati per danneggiamento. L’ambulanza ha subito qualche danno. Il personale sanitario, per fortuna, è rimasto illeso.

Nella foto, la postazione del 118 di Ribera con l’ambulanza che è stata colpita dalle pietre