Largo Martiri via Fani: dopo la paura dell’incidente Pace torna domani a Palermo per parlare con l’assessore Falcone

Hanno letto: 30

Dopo la grande paura della scorsa settimana, con il terribile incidente stradale che si è verificato nei pressi di San Cipirello, Carmelo Pace torna a Palermo domani mattina per tornare a discutere con l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone del problema riguardante le incredibili lungaggini burocratiche collegate all’appalto per la demolizione e la ricostruzione degli alloggi popolari di Largo Martiri di via Fani. Una vicenda ancora bloccata malgrado la gara d’appalto sia stata regolarmente celebrata. Lo Iacp ha perso il polso della situazione, e questo malgrado nei mesi scorsi il commissario e la dirigente avessero rassicurato la cittadinanza. Una vicenda adesso finita anche sotto osservazione da parte del prefetto di Agrigento Dario Caputo. Lui andrà a Palermo il prossimo 28 giugno, sempre con l’obiettivo di incontrare l’assessore Falcone. Una vicenda che rischia di deflagrare nuovamente dal punto di vista sociale, soprattutto perché, com’è noto, l’amministrazione dopo cinque anni è costretta a interrompere l’erogazione del contributo sugli affitti. Decisione assunta dopo che l’Istituto Autonomo Case Popolari ha fatto sapere di non essere in grado di comunicare se e quando potrà rimborsare al comune il milione di euro circa che è servito per questa ragione.

Intanto le proteste delle persone che risiedevano in alloggi dichiarati inagibili, costruiti con cemento depotenziato, sono destinate a proseguire.