Tentata estorsione, assolto il riberese Giuseppe Carbone

Hanno letto: 304

Assolto perchè il fatto non sussiste dall’accusa di tentata estorsione il riberese Giuseppe Carbone, di 56 anni. Lo ha disposto ieri sera il giudice monocratico del Tribunale di Sciacca, Antonino Cucinella, accogliendo la richiesta della difesa, rappresentata dall’avvocato Giovanni Forte.

Carbone era accusato di avere, con minaccia consistita dapprima nell’invitare due fratelli che arrivavano dal territorio belicino a non svolgere più la propria attività lavorativa di venditori ambulanti di frutta e verdura nella zona di Sant’Antonino a Ribera in quanto lui stesso avrebbe voluto intraprendere analoga attività commerciale. Secondo l’accusa avrebbe anche proferito vere e proprie intimidazioni verbali e anche cosparso di liquido infiammabile un’auto utilizzata dai due per lo svolgimento del commercio ambulante.

L’accusa aveva chiesto la condanna a 2 anni e 4 mesi di reclusione. I fatti si riferiscono al 2012.