La memoria del terremoto e lo sguardo al futuro in una mostra a Santa Margherita Belice

Gaetano Vella, Federica Saletta, Daniele Balsamo, Gabriele Venanzio, Simona Cavaglieri ed Alfonso Siracusa sono gli artisti che espongono le loro opere nel Museo della Memoria di Santa Margherita Belice. La mostra, #SMB17, organizzata dall’associazione  “Sogni d’oro” di Santa Margherita Belice, è ideata  e curata da Floriana Spanò.

La memoria del luogo è  affidata alle immagini esposte che raccontano i sentimenti delle persone, i ricordi collegati alle loro case ed alla tristezza dell’abbandono di quei luoghi. Non soltanto il terremoto, dunque, ma anche il vuoto che ha lasciato.

C’è, però, un messaggio di speranza, forse anche di certezza che il territorio riesce a riprendersi, a mostrare la propria voglia di rilancio. E anche la bravura di questi artisti è un esempio di riscatto, di crescita, di una ventata nuova che arriva anche in territori che hanno sofferto.

Da questo sentimento di nostalgia nasce #SMB17, una mostra collettiva in cui sei artisti sono chiamati a dialogare con questo spazio e con ciò che esso rappresenta.

Il titolo della mostra #SMB17 vuole sottolineare la contemporaneità di un evento che dal passato si ripercuote sul presente e che può essere condiviso digitalmente attraverso un hashtag da chiunque visiti la mostra rendendo tangibile il dialogo artistico in corso.

Gli artisti coinvolti in un confronto tra scultura, pittura ed installazione site specific si interfacciano sul significato di memoria\ricordo e solitudine\abbandono.