Piazza Matteotti a Santa Margherita presto libera dall’ecomostro. Sedici le ditte che hanno presentato offerta per la demolizione

Hanno letto: 137

Si riunirà il prossimo dieci aprile la commissione di gara per esaminare le ultime sei offerte tra le sedici pervenute per la demolizione di palazzo Lombardo a Santa Margherita di Belìce, l’ecomostro in cemento che dal 1967 insiste nel tessuto urbano del centro belicino.

E’ stato il sindaco, Franco Valenti a darne comunicazioni durante le comunicazione nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale.

Si prevede che i lavori di abbattimento del palazzo possano iniziare già prima dell’estate se non ci saranno ricorsi.

La struttura, iniziata nel 1967 e mai terminata, non è adeguata alle caratteristiche e alle normative sopravvenute per gli edifici realizzati in zona sismica di primo grado ed inoltre è interessata da un grave degrado strutturale e la sua demolizione per un importo di 420 mila euro, è stata finanziata dal Dipartimento Regionale della Protezione Civile con carattere di urgenza.