Carnevale, parabola di integrazione e coinvolgimento

Il Carnevale coinvolge anche chi a Sciacca non è nato e cresciuto, ma si tratta di una festa così sentita in città che inevitabilmente chi si trova a vivere qui inizia a provare lo stesso indissolubile legame verso la manifestazione come i quattro ragazzi che vedete ritratti nella foto. La loro è una storia come tante altre fatta di immigrazione e di un viaggio della speranza, sono arrivati in Italia con un barcone quando ancora erano minorenni, due provengono dallo Zambia e due dal Gambia.

Successivamente sono stati ospiti di una delle comunità per minori gestite a Sciacca dalla “Cooperativa Arcobaleno” per qualche anno. Oggi sono maggiorenni e vivono e lavorano qui. Una storia di immigrazione riuscita che vede nella loro partecipazione al carnevale il completamento di un iter di integrazione riuscita. I quattro ragazzi quest’anno partecipano con molta allegria ed entusiasmo al carro allegorico “Raggi di Luce”. Si stanno divertendo tantissimo e come ogni saccense che si rispetti adorano il Carnevale.