Cambio del nome in Sciacca Terme, in discussione proposta di legge dei grillini all’Ars

Sarà discussa oggi all’Assemblea regionale siciliana la proposta di legge Mangiacavallo sul cambio di denominazione dei Comuni Termali.
Il disegno di legge, prevede per tutti i Comuni in cui insistono insediamenti termali, come Sciacca, Acireale, Termini Imerese, Montevago, di poter aggiungere la parola “Terme” alla  denominazione con procedura facilitata, senza la necessità di un referendum ma con delibera del consiglio comunale.
Matteo Mangiacavallo, il parlamentare saccense, primo firmatario del DDL, Il testo, insieme agli altri  parlamentari del M5S della precedente legislatura, auspica che prima di cambiare denominazione nei Comuni di Sciacca e Acireale, si provveda alla riapertura delle Terme.

Finalità della proposta di legge è quella di consentire ai comuni termali di aggiungere al proprio nome la dizione “termale”, sostituendo la consultazione referendaria con una semplice delibera del consiglio comunale  che viene adottata a maggioranza dei 2/3.

A Sciacca l’aggiunta della dizione Terme al nome, con ricorso al referendum, era stata già tentata in passato con un esito negativo per il mancato raggiungimento del quorum.

.