I grillini saccensi chiedono che nella scelta degli scrutatori si accordi la preferenza ai disoccupati, ai disabili e agli studenti

Per la scelta degli scrutatori in vista delle prossime elezioni amministrative bisogna accordare una preferenza nei confronti di disoccupati e inoccupati, disabili e studenti non lavoratori. È questa la proposta avanzata all’amministrazione comunale di Sciacca dal Movimento 5 Stelle, che ha anche proposto alla commissione elettorale di effettuare il sorteggio dei nominativi ricorrendo al sistema elettronico per garantire la massima trasparenza delle operazioni. Per il M5S di Sciacca è necessario individuare criteri inclusivi per la selezione degli scrutatori al fine di tutelare categorie che potrebbero rimanere trascurate. Una proposta che, probabilmente, ma questo i grillini non lo dicono, si basa su taluni “dubbi” che puntualmente si manifestano ad ogni consultazione in ordine a persone che vengono estratte a sorte con una frequenza considerata sospetta, anche se ci sono sempre le spiegazioni collegate a ciascun caso. Ma in ogni caso la selezione degli scrutatori si basa su criteri specifici, che sono quelli previsti dalla normativa vigente.