L’ex assessore Cognata alla Giunta Valenti: “Aumentate i controlli sull’indifferenziata anziché lamentarvi”

“Basta inutili proclami dell’amministrazione del tipo inseriremo, faremo o nel piano non è inserito. Oggi bisogna agire”. Così l’ex amministratore Tano Cognata, fautore del piano Aro, bacchetta la Giunta Valenti sulla situazione della raccolta dei rifiuti a Sciacca.

Secondo l’ex assessore, la modifica che estenderebbe anche il “porta a porta” alle località Foggia e San Marco, è semplice e già poteva essere fatta senza aspettare l’estate.
“Oltre all’estensione del porta a porta anche a San Marco e Foggia – scrive l’ex componente della Giunta Di Paola –  voglio segnalare una eventuale modifica che a mio avviso potrebbe aumentare ulteriormente la differenziata, ossia, inserire solamente per le attività commerciali la raccolta del vetro. Andrebbe anche rivista la raccolta per le attività commerciali fuori dal centro storico (bar e altro) che producono grandi quantitativi.
Per queste attività andrebbe rivisto l’ecocalendario e uniformarlo alle attività del
centro storico.La riduzione del possibile conferimento in discarica deve essere visto come unaopportunità per aumentare le azioni ed ottenere migliori risultati”.

“Ricordo che – conclude l’ex assessore – portare indifferenziata a Catania ha costi enormi che giustificano anche azioni importanti per aumentare la differenziata. Aumentate i controlli con polizia municipale. Attivate convenzioni con le guardie ambientali o altri. Fate e non lamentatevi. Pensate piuttosto a come sarebbe stata Sciacca senza il piano Aro in
funzione”.