Mangiacavallo: “Per la Regione, le Terme di Sciacca come una “palla avvelenata”.

Sulla questione Terme interviene oggi con una nota il deputato regionale Matteo Mangiacavallo: “Ho sentito i funzionari della Regione – scrive il parlamentare – che dicono di avere tutto pronto anche se, a mio avviso, prima di chiudere la partita del ricongiungimento dei beni termali, ci sono diverse carte da mettere a posto, soprattutto se si vogliono fare le cose per bene. Ho l’impressione che l’Amministrazione regionale, che ha visto sempre le Terme di Sciacca come un problema e mai come una risorsa e che le ha chiuse a marzo 2015, ora se ne voglia liberare per intestarsi un tanto ridicolo quanto squallido risultato politico”.

Secondo il deputato il passaggio dell’affidamento delle Terme dalla Regione al Comune, altro non è che una “palla avvelenata” che l’assessore regionale Baccei lancerà dritta al Comune.

“Ma il Comune è pronto a gestire le sorti del patrimonio termale?” Si chiede lo stesso.

“Noi del M5S – conclude Mangiacavallo –  abbiamo presentato una proposta che segna un percorso che può essere portato avanti e che speriamo possa essere votata in Consiglio comunale. Nel frattempo nessuno gridi vittoria finché le Terme non saranno riaperte”.