Movimento Cinque Stelle sullo sciopero dei lavoratori rifiuti: “Le ditte si assumano la responsabilità”

I lavoratori che effettuano la raccolta dei rifiuti sono in stato di agitazione.  La causa? Ritardi nei pagamenti degli stipendi ai lavoratori.

Lo sostiene il Movimento Cinque Stelle che con una nota oggi interviene sulla questione che ha visto oggi una raccolta parziale dei rifiuti.

“Risultato ? – si chiede il gruppo – Due giorni di sciopero, strade della città e case dei cittadini, che pagano il servizio con la TARI, piene di rifiuti. Il 24 Aprile il M5S ha presentato una mozione per impegnare l’amministrazione a mettere in atto ogni azione volta ad assicurare il regolare pagamento delle spettanze ai lavoratori. La nostra mozione è stata approvata all’unanimità da tutto il consiglio. Adesso, visto l’impegno preso, l’amministrazione agisca, senza se e senza ma, affinché il diritto alla retribuzione per chi lavora venga rispettato ricordando che il lavoro prestato da questi operatori è di fondamentale importanza per garantire non solo il decoro della città, ma soprattutto la salute e l’igiene pubblica.Le ditte vincitrici non si trincerino su ritardi o partite di giro complesse, perché esse stesse, in qualità di ditte vincitrici di un appalto di  25.000.000 di euro devono garantire una solida capacità economica e finanziaria che possa dare regolarità nei pagamenti degli stipendi”.

I pentastellati, infine, concludono:”Sia chiaro – dicono –  la mancata raccolta dei rifiuti è responsabilità delle ditte che continuano a non rispettare un contratto pubblico. Noi del M5S lo evidenziamo ogni volta che non vengono erogati i servizi previsti, lo facciamo da mesi, lo evidenziamo a maggior ragione oggi vedendo la città lasciata in balia dei rifiuti”.