Scoppia il caso nella maggioranza: Carmela Santangelo lascia i lavori e sceglie di non votare un punto dell’ordine del giorno

“Non c’è alcun caso, sono andata via per impegni personali”. È così che stamattina a Risoluto.it l’avvocato Carmela Santangelo liquida la sua decisione di ieri sera di abbandonare i lavori consiliari, poco prima che si approvasse il punto dell’ordine del giorno riguardante l’affidamento del servizio di riscossione all’Agenzia delle Entrate Riscossione Spa. L’esponente della lista “Nostra Sciacca” si sarebbe lamentata per il mancato coinvolgimento da parte dell’Amministrazione, giudicando insufficiente la riunione di maggioranza convocata alle 17,30, appena un paio d’ore prima dell’inizio dei lavori. Sono stati diversi i consiglieri che l’hanno sentita. Ma oggi Carmela Santangelo, che forse ha sbollito la rabbia, preferisce gettare acqua sul fuoco. Era già successo nei mesi scorsi, quando erano in corso le trattative per la presidenza del Consiglio comunale, che l’avvocato Santangelo si lasciasse trasportare dalla foga. Accadde quando pubblicò su Facebook uno sfogo piuttosto critico nei confronti della coalizione di centrosinistra. Sfogo che poi, a bocce ferme, rivolgendosi all’Opposizione, invitò a non strumentalizzare più di tanto. Ieri intanto il Consiglio comunale ha approvato anche un debito fuori bilancio riguardante gli impegni di somma urgenza sostenuti dal Comune in occasione delle alluvioni dei mesi scorsi.