Terme, il Movimento Cinque Stelle: “L’amministrazione le ha utilizzate come spot elettorale, adesso il silenzio”

Torna sulla vicenda Terme il Movimento Cinque Stelle di Sciacca che attacca l’amministrazione comunale di Sciacca: ” Sono trascorsi più di 3 mesi – scrivono i grillini – dalla cerimonia in pompa magna per il cosiddetto “successo” dell’amministrazione che era riuscita, almeno così sembrava, a riottenere parte del patrimonio termale (grotte di San Calogero escluse). Il silenzio e l’immobilismo che hanno fatto seguito a quella
festa pesano oggi come un grosso macigno sulla città di Sciacca”.

Ad oggi constatano i pentastellati: “le Terme sono ancora chiuse, i beni non tutti trasferiti e del bando d’affidamento… non se ne parla neppure. Ancora una volta, l’impressione che
si ha è che il metodo utilizzato sia stato sempre lo stesso: quello dei grandi slogan da campagna elettorale, per confondere e illudere il cittadino, salvo poi lasciare tutto per com’è. Ad oggi il risultato è che non è stato fatto alcun passo in avanti. La “commissione speciale” proposta dalla maggioranza non si è mai riunita e il discorso Terme è caduto ancora una volta nell’oblio”.

Infine, nella nota il M5S chiede al Sindaco Valenti di impegnarsi per aprire le
Terme: ” Non ci interessano i festeggiamenti per discutibili “successi” politici in campagna elettorale. Da cittadini chiediamo risultati concreti e definitivi”.